Superman n.14

Edizione RW Lion, spillato, 96 pagine, 4,95€. Contiene: “Action Comics Annual” #1, “Superman” #13, “Supergirl” #13, “Action Comics backtale” #6

Piccola nota prima di entrare nel particolare di ogni storia: come vedete dal contenuto dello spillato, manca “Action Comics” #13 (l’annual infatti si pone dopo il numero 8). La cosa triste è che la serie gestita da Morrison riprenderà tra qualche mese, sostituito dal prossimo numero da Superboy.

Action Comics Annual n.1 “Vulnerabile”. Bello. Nuove origini per K-man, ma soprattutto si scopre finalmente, anche nel nuovo universo, che la kriptonite è il tallone d’Achille per Superman. Certo, il motivo per cui Ramsay si fa irradiare dai raggi K non è che regga più di tanto… ma chissene; ci regala una storia bella, avvincente, e che mostra come Clark sia visto come qualcosa di speciale anche in un mondo in cui, di supereroi o superumani, se ne vedono anche troppi (mi riferisco al dialogo tra Acciaio e Superman). E intanto Luthor…

Action Comics Annual n.1 “Anchiale”. Non ci ho capito nulla. No, davvero: sarà che non conosco l’universo di S. pre-reboot, ma a me questa storia non mi ha detto nulla. Origini di un nuovo cattivone? Può essere, ma spero che lo useranno a breve e che non me lo ritirino fuori tra tre anni dicendo “Ve lo ricordavate il tipo del 2013?”

Supergirl n.13 “Santuario”. Supergirl sempre più scoperta. Ogni storia mi prende, mi piace, e devo dire che ritirar fuori dal cilindro Simon Tycho è stata una mossa geniale. Certo, è tutta una scusa per far finalmente tornare la memoria a Kara (ricollegandosi ai numeri 0 dello scorso mese) e per far avere anche a lei la sua “fortezza della solitudine” (il Santuario, appunto), però è una scusa gestita bene che non appare per nulla forzata. E dalle ultime pagine di questa storia inizia il cross over che ci terrà compagnia nei prossimi mesi, con un collegamento diretto a…

Superman n13 “Si uniranno a te nel sole…” . “He’l sulla terra”, come nome, fa veramente schifo, perdendo quel gioco di parole (He’l – Hell, inferno) che si aveva nel titolo inglese di questo cross over (He’l on earth) tra le testate kryptoniane. Il numero inizia lento (con anche una nota negativa, mostrando quella donna iniziale che, almeno nelle edizioni italiane non si è mai vista e di cui mano vien data una spiegazione) per poi andare in un crescendo fino alla fine. Ma la cosa divertente è che il colpo di scena del numero non è la figura alle spalle di Kal e Kara alla fine, bensì quello che Clark fa a metà numero, cioè licenziarsi (apparentemente) dal Daily Planet! Insomma, tra questo e “Death of the family” su Batman ci aspetta un’estate veramente calda.

Action comics #6 back-tale “L’ultimo giorno”. Bella. Bella bella. Minima, semplice, ma toccante. Un piccolo sunto della vita di Clark a Smallville, tra amici e famiglia.

Recensione “Superman” #14
Tag:                                 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: