Gli amici di Cravenroad7.it (che seguiamo sempre) erano presenti alla conferenza relativa al tanto discusso rinnovamento di Dylan Dog (o, come molti lo chiamano, Dylan Dog 2.0).

Ecco il loro commento.

Era attesissima la conferenza di Lucca Comics & Games che ha visto protagonisti gli artefici del cambiamento che sta avvenendo in Dylan Dog. La sala era piena, tant’è che molti sono rimasti fuori e non hanno potuto assistervi. Era presente ovviamente Roberto Recchione, e con lui Paola Barbato, Mauro Marcheselli, Franco Busatta e Carlo Ambrosini. Recchioni ha definito questo rinnovamento un downgrade, un ritorno alle origini del personaggio. Come sappiamo il primo numero di questo nuovo corso arriverà in edicola il prossimo anno e sarà scritto proprio dal Rrobe e disegnato da Nicola Mari. Il numero successivo, che racconterà del pensionamento di Bloch, sarà della premiata ditta Barbato/Brindisi. A Bloch succederà un nuovo ispettore di nome Carpenter, il quale sarà “un muro contro il quale Dylan sbatterà spesso”. Il nuovo ispettore è scettico e tratterà Dylan come un cialtrone. Il Rrobe ha precisato ancora una volta che Bloch non scomparirà dalle storie, anzi, avrà un ruolo sempre maggiore nella vita  dell’indagatore dell’incubo.
Altra questione che aveva lasciato i fan con molti dubbi era il nuovo rapporto che si sarebbe instaurato tra Dylan e la tecnologia. Dylan, precisa Rrobe, non diventerà improvvisamente esperto di tecnologia, sarà Groucho ad utilizzarla per le indagini. Lo stesso Groucho sarà rivisto e ripensato in modo che non rimanga una semplice comparsata che racconta due barzellette e se ne va. Anche lui tornerà ad essere protagonista delle storie e le sue battute saranno scritte in funzione della storia, non quindi semplici barzellette.
Le uscite di Dylan Dog saranno divise in quattro blocchi importanti. Il primo riguarda gli albi mensili inediti che conterranno il nuovo corso delle storie. Ci sarà poi il maxi che conterrà le storie del Dylan “classico”, con Bloch ispettore e tutti gli altri canoni inventati da Tiziano Sclavi. Il terzo blocco riguarderà Il pianeta dei morti di Bilotta che diventerà un appuntamento fisso e un universo alternativo. Il quarto blocco sarà costituito dall’almanacco che racconterà la vita di Bloch nel paese in cui andrà a vivere (non Londra quindi). La nuova vita di Bloch sarà raccontata da Michele Medda.
Il crossover on Dampyr che abbiamo annunciato anche noi tempo fa uscirà nelle due serie regolari dei personaggi.

Potete vedere qualche video della conferenza sul sito di XL:
http://xl.repubblica.it/articoli/xl-a-lucca-comics-i-tempi-cambiano-dylan-dog/6801/

Da Lucca Comics il futuro di Dylan Dog (reblog)
Tag:                                                     

2 pensieri su “Da Lucca Comics il futuro di Dylan Dog (reblog)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: