Anche se è stato un Venerdi molto pieno (di articoli), non può mancare l’appuntamento settimanale col videogame retrò di oggi: infatti, stiamo per parlare di Carmageddon!

Pubblicato nel lontano 1997 (come passa il tempo!) da SCi Software, Carmageddon si distinse come gioco di “automobilismo” (notate il virgolettato) molto innovativo nel suo genere. L’obiettivo del gioco era infatti completare tutti gli scenari, e c’erano 3 modi per farlo:

  • Distruggere tutte le auto avversarie
  • Investire tutti i pedoni dello scenario
  • Finire la corsa arrivando primi

Inutile dire che l’ultimo modo era il meno usato (neanche gli avversari guidati dal computer ci provavano mai); il bello del gioco era sfasciare le auto nemiche causando loro più danni possibili mentre si guadagnava tempo (e denaro) investendo gli ignari passanti.

Carmageddon-113037
Un paio di avversari provano a fare la pelle alla nostra auto iniziale, la “Eagle”.

Ovviamente un gioco del genere farebbe discutere anche oggi, figuriamoci nel ’97: infatti scatenò subito l’ira dell’opinione pubblica in molti paesi, che lo fecero ritirare dal commercio per sostituirlo con una versione censurata in cui, al posto di pedoni urlanti, c’erano degli zombie dal sangue verde (addirittura in Germania misero dei robot, ‘na cosa veramente obrobriosa).Carmageddon può anche vantare il privilegio di essere stato il primo videogioco in Italia ad essere stato esaminato direttamente dal parlamento (che fece pubblicare la versione zombie). Ovviamente, dopo poco tempo iniziò a circolare una patch per ripristinare i pedoni originali con tanto di sangue rosso.

Ma Carmageddon non era eccezionale per questo: era un gioco originale, innovativo ed aveva un motore fisico che i giochi di auto di allora (ma non solo) non si potevano neanche sognare: i “cocci” sulla macchina si vedevano davvero! I pezzi si staccavano! Nel ’97!

Inoltre era un gioco davvero spiritoso (se vi piace l’umorismo macabro, ovviamente): la cosa che ricordo meglio erano i 3 livelli di difficoltà selezionabili a inizio partita: Facile “come uccidere un coniglietto con l’ascia”, Medio “come una carneficina quotidiana” e Difficile “come baciare in bocca un cobra”.

E come dimenticare le espressioni del protagonista, Max Damage!

carmageddon_reincarnation
Max Damage se la ride mentre guadagna 175 crediti e 32 secondi per aver investito un agente swat.
Prego notare l’auto danneggiata… per quei tempi era una cosa molto difficile da realizzare.

Basta, corro subito a giocarci.

So che recentemente hanno rilasciato il gioco anche in versione iOS e Android, ma originariamente fu pubblicato per Windows 95, MsDos e Playstation. Oggi la versione PC si trova sul mai-troppo-osannato GoG, ma se riuscite in qualche modo a recuperare una vecchia copia il gioco può girare su un emulatore senza troppi problemi.

Sito ufficiale
Venerdì retro – Carmageddon
Tag:                             

2 pensieri su “Venerdì retro – Carmageddon

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: