Bentornati alla nostra rubrica settimanale (?) I consigli del martedì! Oggi vi presentiamo un fumetto un po’ particolare, Bakuman! Perchè particolare? Perchè la storia parla di due ragazzi che vogliono realizzare un manga. E un anime. E di una ragazza, e di un cattivo che non è super. Ok, ricomincio dall’inizio.

Bakuman è un manga del 2008 (finito nel 2012) che conta 176 capitoli  (o 20 volumi se preferite) realizzato dal dream team  Takeshi Obata (disegni) e  Tsugumi Ohba (storia)…Vi sembrano nomi familiari? Dovrebbero, perché sono i creatori del celeberrimo Death Note, sul quale un giorno sarebbe opportuno fare un’articolo.

Dicevamo, cosa rende tanto particolare Bakuman? Sicuramente la storia, molto originale e a cui non siamo abituati.Mashiro, vero protagonista, viene un giorno contattato da Takagi, suo compagno di classe che ha potuto vederlo all’opera e constatarne il talento: questi gli propone di diventare Mangaka assieme.Ora provate ad immaginare un DragonBall, dove obbiettivo ultimo è avere una serie di successo e non di sconfiggere Freezer! La storia diventa, così, la scusa per presentarci il mondo dei manga in Giappone, con le sue regole, le sue riviste, i suoi giochi di popolarità e il suo legame con il mondo degli anime.

bakuman_by_kalashnikovkgb-d4c0iw2

Di fumetto in un fumetto, vedremo i due ragazzi misurarsi con i mostri sacri, da Naruto a Onepiece, portandoci fra le mille citazioni nella sede di Jump, la rivista che ha lanciato i più celebri Manga. Questo fumetto è, appunto, una guida su come i manga vengano concepiti e realizzati, il marketing che c’è dietro e il funzionamento delle riviste.

Ovviamente ci sono anche i fumettisti rivali, alcuni  diventeranno parte della squadra, alla Vegeta, altri che resteranno nemici da sconfiggere, come un Freezer o un Cell. E verranno sconfitti con i Manga, attraverso sfide di popolarità e di vendite. Come già è avvenuto in anime come Evangelion ( anche se in maniera molto differente), la storia diventa anche un pretesto per presentarci la crescita interiore dei personaggi principali, attraverso le loro paure e i loro desideri…una crescita che in Bakuman non necessita di robottoni, ma di carta e penna.

La caratteristica di meta-fumetto non si esaurisce nella miriade di citazioni, ma si esplica anche con il parallelismo fra le vite degli autori e dei personaggi, dalle loro sconfitte fino all’arrivo del successo di Death Note, e con le presentazioni di nuovi manga nel manga, ossia i manga che vengono disegnati dai magaka (mi sono perso nel mangheggiare). Uno di questi, Lontra numero 11, è stato un successo tale da richiedere uno Spin-Off.

518wA1VfMqL._SY300_
Lontra 11. Ammetto, non l’ho letto e non mi invoglia.

Da Bakuman è stato realizzato un anime di 3 stagioni, 25 episodi l’una: inedita in italiano, eccovi una clip in francese (lingua che non è proprio adatta ai manga!)

Il Manga è in Italia edito da Panini in 20 volumi da un po’ meno di 4 euri l’uno. Fattibile!

I Consigli del Martedì: dai creatori di Death Note, ecco Bakuman!
Tag:                 

Un pensiero su “I Consigli del Martedì: dai creatori di Death Note, ecco Bakuman!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: