Buon Natale Nerdozzi!

Finalmente il periodo più magico dell’anno è arrivato e il vecchio panzone barbuto sta buttando regali dalla slitta in tutta fretta per coloro che se lo sono meritato.
Per tutti quelli che invece sono stati cattivi invece c’è The Last Christmas, di Brian PosehnGerry Duggan e disegnato dal grande Rick Remender.

Se vuoi che i miei bambini ricevano un regalo a Natale allora compra questo fumetto, ti prego!

Il nostro modo di farvi gli auguri non poteva che essere quello di farvi conoscere questo capolavoro del trash in salsa natalizia.

Say hello to my little friend

Cenni di Trama:

Babbo Natale è un grasso pacioccone che vive al Polo Nord e, come ogni vigilia di natale, sta facendo il giro del mondo sulla sua slitta trainata da renne volanti per portare doni in tutto il mondo.
Purtroppo però questo Babbo Natale non lavora su una terra qualunque, ma in una Terra post-apocalittica dove l’umanità si è quasi sterminata da sola a colpi di testate nucleari.
La maggior parte degli umani si è trasformata in mutanti e vari altri mostri verdi e putrefatti a causa delle radiazioni, ma qualcuno di normale ancora esiste. Babbo Natale quindi non si arrende e continua a distribuire i suoi doni, almeno fino a quando un gruppo di pazzi non fa irruzione nella sua casetta al Polo Nord e commette una strage, uccidendo fra gli altri Mamma Natale.
Il nostro grasso amico non riesce a riprendersi dal dolore, così smette d consegnare i regali per anni e si abbandona all’alcool.
Prova durante questi anni ad uccidersi nei modi più pittoreschi ma non ci riesce in quanto apparentemente immortale.
La leggenda vuole che finché almeno un bambino crederà in lui allora Babbo Natale resterà immortale. Ed effettivamente è rimasto un unico bambino al mondo che ancora crede in lui.
Così, bottiglia di Whisky in una mano e mitra nell’altra, Santa Claus decide di partire per il suo ultimo viaggio: Ucciderà il suo ultimo grande (anzi piccolo) fan e si toglierà finalmente la vita.

Questo è solo l’inizio di una storia estremamente divertente e scritta palesemente col più ingenuo dei sorrisi sulle labbra dagli autori, che fin dalle prime pagine dispensano humour senza alcuna parsimonia né pietà.

Non aggiungiamo altro: leggete e ridete proprio come io ho fatto, e non perdetevi in futili moralismi sulla sacralità del Natale: questa è una festa in cui dobbiamo riscoprire la bontà in noi, quella che dimentichiamo sempre quando siamo in coda alle poste o quando ci segano ad un esame, per cui risolleviamo lo spirito con questa storiella semplice che in sé racchiude solo l’ottimo desiderio di scucire una risata e nulla più.
E poi se proprio lo volete c’è pure la moraletta del bene che trionfa sul male e quelle cose là, ma comunque coerente con lo spirito dissacrante (e natalizio) dell’opera.

Perciò se non avete trovato la Ps4 sotto l’albero o se, come succede sempre a me, vi è venuto in mente ora che il natale è passato cos’era che davvero volevate ricevere per natale, allora consolatevi con queste pagine divertentissime.

Buon Natale amici, grazie di seguirci così numerosi, davvero al Babbo Natale dei Blogger non potevamo chiedere di più!

Tanti auguri!

PS: Ringrazio tantissimo SymoXIII che mi ha fatto conoscere questa perla. Anche a te un bello e felice Natale!

Buon Natale con Rick Remender e The Nerd Experience

Un pensiero su “Buon Natale con Rick Remender e The Nerd Experience

  • 27 Dicembre 2014 alle 8:56
    Permalink

    Ahahahah! Bella Penna! Contento che ne hai parlato su TNE 😀

    Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: