Attenzione: questo articolo denota inconfutabilmente che sono vecchio.

Il gioco di cui vi parlerò oggi è stato uno dei primi 3 videogame che io abbia mai giocato in assoluto.

Agli inizi degli anni ’90, mio padre porto’ a casa dal lavoro un vecchio computer (ancora non credo si potesse chiamare pc) che avevano dismesso in ufficio – e se l’avevano dismesso negli anni ’90, immaginate quanto doveva essere vecchio.

Windows ancora non c’era, si usava il mitico ms dos – e, infilando un floppy e scrivendo un paio di comandi strani (tipo A:\run.exe o simili) partivano i primi giochi della mia infanzia – tra cui per l’appunto Ski or Die.

SKI OR DIE

Oh era della EA, mica roba da ridere. Se oggi abbiamo i gioconi che abbiamo, forse dobbiamo ringraziare anche lui.

Avevo tipo 6 o 7 anni, nell’epoca in cui nelle scuole inglese non si faceva quindi non avevo la minima idea di cosa significasse la parola “DIE” (che ski significasse “sci” ci potevo arrivare): per me era solo il gioco di un tizio con la cresta che sciava con una musichina a 8 bit e, se sbagliavi, cadeva in modo buffo.

2391-ski-or-die-dos-screenshot-at-rodney-ss
Rodney, il punkabbestia che ci accoglie nella schermata iniziale del gioco (probabilmente con l’intenzione di venderci della droga, immagino)

In realtà c’erano 5 minigiochi: la discesa, il salto con gli sci, lo snowboard, la battaglia a palle di neve e la discesa con le ciambelle.

Stop, tutto qui.

Scegli il gioco. O, come facevo io, fai girare l’omino a caso, come una trottola

No davvero, non c’è altro. Ero così piccolo che mi divertivo a far girare l’omino nel menù di selezione del gioco, figuratevi… diciamo che questo articolo, più che un consiglio su un vecchio gioco da provare, vuole essere una sorta di “lezione di archeologia” – più o meno.

Comunque, se proprio volete giocarci, potete farlo tranquillamente qui.

Attenzione, la musica è altamente ipnotica.

Discesonaaaa!
Venerdì (molto) retro – Ski or die
Tag:             

Un pensiero su “Venerdì (molto) retro – Ski or die

  • 19 Agosto 2015 alle 15:47
    Permalink

    Giusto per curiosità, questa è la versione invernale di Skate or Die, uscito 2 anni prima. Gioco sostanzialmente uguale (a parte qualche tecnicismo nel gameplay in più nella versione Skate), mappa quasi uguale in cui andare a cercare i minigiochi, stile di minigiochi mooolto simile anche individualmente, schermate di dialogo e personaggi sostanzialmente uguali. Alla fine la grossa differenza stava nella palette di colori: qui ci sono tanto il rosa-fucsia e il blu (oltre che il bianco ovunque), mentre in Skate or Die era tutto molto più con colori “da strada”, col giallo, arancione, blu scuro…

    Utilità della cosa che ho appena scritto? Forse è più utile girare per la mappa di sto gioco senza far nulla.

    Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: