Salve a todos! Oggi vorrei parlarvi di una nuova series che mi è stata consigliata e che ha come tema uno dei grandi classici dell’horror: gli Zombi!

Che noia, direte voi e lo capisco, negli ultimi anni questo argomento è stato affrontato in un mucchio di film/telefilm/fumetti/videogiochi ecc ecc e in tutte le salse; abbiamo avuto zombi lenti, zombi veloci, zombi stupidi, zombi furbi, zombi fatti di burro e chi piùne ha più ne metta

TWD Zombie
Mi vorreste dire che quelli di The Walking Dead non sono fatti di strutto e cagliata? Che comi li tocchi si squagliano e quei cretini continuano a sparargli! Vabè fatemi stare zitta che è meglio

Abbiamo anche avuto qualche tentativo di analizzare il problema del “ritorno” da un punto di vista diverso, quello degli zombi: mi riferisco a film come Warm Bodies e al telefilm di cui voglio parlarvi oggi: iZombie!

Come potrete notare anche dall’intro, in questa serie non si parla di un cupo mondo post-apocalittico e di un gruppo di rudi sopravvissuti ma di Olivia Moore (Liv per gli amici), una giovane dottoranda in chirurgia con una splendida vita e un brillante futuro che,una sera pensa di partecipare ad una festa e al mattino dopo si risveglia in un sacco per cadaveri, con un enorme graffio sul braccio e il forte desiderio di mangiare cervelli umani! Questa è la nostra protagonista, una ragazza normale a cui è successa una cosa assurda che non riesce a comprendere fino in fondo.

La trama di base è piuttosto semplice: per poter sopravvivere e non dover far del male agli altri Liv decide di trovare lavoro all’obitorio della polizia per poter mangiare cervelli in tutte le salse e piatti (tipo mischiati ai noodle con salsa piccante); ovviamente il suo capo la scopre ma invece di reagire come faremmo tutti (tipo AAAAARGHHHH) decide di aiutarla e sopratutto di provare a curarla. In realtà il leitmotiv della serie è che nutrendosi dei cervelli Liv acquisisce ricordi, abilità e aspetti caratteriali del suo “pasto”; fingendosi una sensitiva aiuterà un detective a risolvere crimini.

Data l’origine fumettistica dell’ opera, IZombie è un adattamento parziale della serie a fumetti omonima di Chris Roberson e Michael Allred pubblicata dalla Vertigo: i registi hanno deciso di mantenere questo carattere in molte inquadrate e nella divisione in capitoletti delle varie puntate. Il risultato è estremamente apprezzabile!

In conclusione, io ve la consiglio: è una serie leggera, da guardare senza troppe domande nè impegno (ok è vero, un minimo di trama verticale – di cui io non vi ho parlato – c’è) ma ogni tanto ci vuole no?

iZombie: Gli zombi non sono mai stati così simpatici
Tag:     

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: