Questo episodio di X-Files, il penultimo, é ancora meno azzeccato del quarto, portando gli argomenti trattati ad un livello completamente diverso, che io reputo insopportabile……..in pratica ci hanno ficcato i terroristi musulmani ( e via sulla scia dell’isis)…..Bha.. Partiamo, però,  dagli alter ego. Questo episodio affianca a Mulder e Scully i loro doppi, gli agenti Miller e Einstein: lui un patito del paranormale disposto a credere a tutto, lei una scettica dottoressa. Mulder decide di allearsi con Einstein per cercare di risolvere il caso su cui stanno investigando in un modo tutto suo, mentre Scully decide di provare con la scienza facendo coppia con Miller. Onestamente non ho amato questa trovata degli alter ego, che, dopo un inizio abbastanza deciso, tendono un po’ ad appiattirsi e a risultare poco determinanti per i fini della trama. Forse lo scopo della loro presenza era quello di spiegare ad un pubblico che già lo sapeva che Mulder e Scully sono insostituibili l’uno per l’altra. “Non ho fatto proprio niente”, si dicono i due alla fine confrontandosi sull’argomento: hanno ragione, anche perché in questa miniserie l’alchimia tra Mulder e Scully è così perfetta che non c’era bisogno di nessun doppleganger.
lauren-1_0Anzi, mi correggo immediatamente: un ruolo, perlomeno l’agente Einstein, ce l’ha avuto: quello di(non) dare dei funghetti allucinogeni a Mulder, il quale vuole provare a comunicare con un paziente in stato comatoso assumendo della droga, non si è ben capito per quale strano principio fisico. Quindi l’agente speciale assume quelle che sono delle semplici vitamine, un placebo ben studiato da Einstein, e nonostante questo è fuori di testa come un cavallo al palio: la quadriglia sulle note di “Achy Breaky Heart” l’avremmo volentieri evitata. In pratica il nostro Duchnovy, si è  dimenticato su che set sta lavorando ed è tornato hai tempi di Hank Moody di Californication…( crisi di mezza età.. ammettiamolo)

download

A proposito, dove sono gli alieni? Io so per certo che non tutti gli episodi delle nove stagioni di X-Files parlano di extraterrestri, ci mancherebbe altro perché altrimenti gli sceneggiatori avrebbero finito la fantasia dopo la seconda stagione. Sono però convinto che in una miniserie di soli sei episodi il complotto e le navicelle spaziali avrebbero meritato uno spazio moooooltooo più ampio: senza togliere nulla agli episodi mitologici e a quelli un po’ ironici, gli alieni sono il vero motivo per cui X-Files è diventata famosa e si è subito distinta dalle altre serie……Ed invece no mettiamoci il terrorismo, l’uguaglianza di tutte le etnie, il terrorista che si pente e la mamma del terrorista …..e che due p****.

anderson-duchovny-x-files-babylon-740x494

Dal fango di questo episodio, che fortunatamente non è NCIS ma X-Files, è comunque possibile trarre un insegnamento che solo gli irriducibili della serie potranno cogliere ed apprezzare: al mondo ci sono tanti Fox Mulder quanti Dana Scully. C’è chi per definizione “ci crede” e va oltre al funzionamento fisico delle cose e chi, invece, preferisce sempre basarsi su dati e certezze per giudicare qualcosa. Ecco, io penso che “Babilonia” sia un’episodio fatto per chi crede a tutto come Mulder e non per chi come Scully vuole arrivare a delle risposte seguendo una logica basata su scienza o, nei casi più estremi, lieve fantascienza.

Io però qui dico la mia…ovvero che, insegnamenti a parte, a me gli episodi dove il buonismo americano ed i terroristi musulmani fanno da fulcro perdono già in partenza. Questo per me è il peggiore episodio della miniserie. ( negli anni novanta i terroristi medio-orientali non c’erano…e tutti ce l’avevano con chi beveva la vodka e seguiva la moda del colbacco).

LoneGunmen
Dai… almeno per venti secondi si vedono anche loro
X-Files 10 – Recensione parte terza
Tag:         

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: