Al gioco del trono o si vince o si muore. Non c’è una terza possibilità.
Cersei Lannister

I romanzi delle “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” di George R. R. Martin hanno creato un nuovo genere fantasy. Nel mondo immaginato da Martin la magia, per quanto potente, ha un ruolo molto marginale mentre la politica dei grandi lord e le azioni delle persone comuni sono il vero fulcro della storia. Ciò che colpisce leggendo le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è il lato estremamente umano della storia, non ci sono personaggi né completamente “buoni” né completamente “cattivi”, ognuno agisce secondo un proprio codice di condotta ed ha una sua concezione della moralità. Le vicende raccontate da Martin sono intriganti proprio perché riguardano soprattutto esseri umani come noi, spinti dalle nostre stesse emozioni. Gli appassionati lettori delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ed i fan dell’omonima serie televisiva hanno spesso un loro personaggio preferito oppure una nobile casata di Westeros che ammirano e della quale vorrebbero fare parte.

Christian T. Petersen

Che cosa fareste se foste stati voi al comando di una delle famiglie di Westeros? Nei panni di Eddard Stark avreste seguito il vostro onore sino alla morte? Oppure sareste scesi a patti con la regina Cercei? Se fosse stati Balon Greyjoy avreste scelto di schierarvi contro gli Stark oppure contro i Lannister? Nei panni di Stannis Baratheon avreste condotto in modo diverso l’assedio di Approdo Del Re? Se fosse stati Tywin Lannister quali abili e meschine mosse politiche avreste portato avanti per vincere la guerra? Se volete rivivere i conflitti e gli intrighi politici di Westeros in modo estraente realistico potreste essere seriamente interessati al gioco da tavolo di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Il gioco da tavolo delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è uno dei giochi strategici più complessi in circolazione. Questo gioco è stato realizzato da Christian T. Petersen, game designer di fama mondiale, nel 2003 ben prima dell’uscita della serie TV. Con l’enorme successo della serie televisiva il gioco, è stato ripubblicato in una seconda edizione nel 2011 riveduta e corretta.

Il Re è Morto!

Anno 298 dalla Conquista Di Aegon. Re Robert Baratheon I re di Westeros giace sul letto di morte con il ventre squarciato dalle zanne di un cinghiale. Un incidente di caccia affermano alcuni. Un complotto della regina sussurrano altri. Mentre il re esala l’ultimo respiro a corte si iniziano a fare progetti per la successione. Ned Stark, Primo Cavaliere del re nonché grande amico del sovrano, rivela ai nobili di Westeros un terribile segreto. I tre figli di Re Robert non sono in realtà suoi discendenti ma sarebbero nati da un’unione incestuosa fra la regina Cersei Lannister ed il fratello Jame Lannister, guardia reale a corte. La regina fa di tutto per nascondere lo scandalo e mettere il suo primogenito Joffery sul trono, tuttavia presto le voci si spargono ovunque nel regno. Con la delegittimazione dei figli del re le varie casate radunano spade preparandosi a combattere per far valere il proprio diritto a regnare. La partita per il Trono Di Spade è iniziata!

Lo scopo del gioco è semplice, diventare re di Westeros. Il modo per raggiungere questo obbiettivo è tuttavia estremamente complesso. Dovrete riunificare la maggior parte del continente gestendo eserciti, flotte, rifornimenti e la politica. Per vincere sarà necessario utilizzare le proprie risorse nel modo e nel momento più opportuno pianificando ogni aspetto della vostra ascesa al trono. Lungo la strada dovrete affrontare non solo i giocatori avversari ma anche vari imprevisti che possono rovinare tutti i vostri piani.

Come si gioca?

Prima di iniziare ogni giocatore dovrà scegliere una delle casate presenti nel gioco. Ogni casata ha delle sue peculiarità ed abilità speciali ed inizia con il dominio di specifiche regioni del continente.

Stark signori di Grande Invero.
Lannister signori di Castel Granito.
Baratheon signori di Capo Tempesta.
Greyjoy signori di Pyke.
Tyrell signori di Alto Giardino.
Martell signori di Lancia Del Sole.

Dal momento che il gioco è stato reso estremamente bilanciato è possibile scegliere solo determinate casate a seconda del numero di giocatori. Per giocare sono necessari almeno quattro giocatori ed in tal caso potremmo scegliere fra Stark, Lannister, Baratheon e Greyjoy. Con cinque giocatori si inseriscono i Tyrell mentre con sei giocatori si inseriscono i Martell.

La mappa di gioco rappresenta il continente di Westeros da Dorne nell’estremo Sud sino alla Barriera nell’estremo Nord. La mappa è divisa in vari territori e zone di mare nei quali potremmo spostare le nostre armate. Sulla mappa sono presenti Castelli e Fortezze che dovremo conquistare per ottenere la vittoria. Le Fortezze rappresentano le città più importanti del continente fra cui la capitale del regno Approdo Del Re e le sedi delle casate più importanti come Castel Granito, Grande Inverno, Roccia Del Drago. I Castelli rappresentano le città minori come Città Del Gabbiano, Porto Bianco, Stella Del Tramonto. Per vincere la partita una casata deve controllare sette territori dove siano presenti castelli o fortezze. Allo scadere dei 10 turno di gioco vince il giocatore che detiene in quel momento il maggior numero di castelli o fortezze. In caso di parità si valuta la posizione della casata dei giocatori nelle tre classifiche: Riverndicazione Westeros, Feudi e Corte Del Re delle quali parleremo in dettaglio più avanti.

Nel gioco sono presenti un massimo di 10 turni di gioco dopo i quali si effettua il conteggio di castelli e fortezze controllate per determinare il vincitore. Dato il gran numero di azioni che si svolgono in un singolo turno e la complessità generale del gioco, 10 turni rappresentano una partita estremamente lunga in grado di protrarsi anche per 6 ore. La maggio parte delle partite finirà ben prima di 10 turni di gioco risultato comunque della lunghezza media di almeno 2 ore.

Dare Ordini Ed Accumulare Potere

Punti Potere:
Che cosa è il potere? Denaro? Influenza politica? Reputazione? Oppure è soltanto un’idea astratta? In questo gioco il potere sembra essere tutte queste cose oltre che una cosa tangibile ed estremamente importante costituita dai Punti Potere. I punti potere sono piccoli stemmi dove è presente il simbolo della vostra casata, essi sono fondamentali per poter mantenere il dominio sui vostri territori e per le aste. Un punto potere può essere posizionato in una regione sulla mappa in modo da poter rivendicare per la vostra casata quel territorio senza che sia necessario avervi delle truppe. I punti potere sono utilizzati come moneta per le aste del gioco riguardanti Rivendicazione Di Westeros, Feudi, Corte Del Re e per il supporto fornito ai Guardiani Della Notte in caso di attacco dei Bruti. Di queste cose parleremo in dettaglio più avanti. Un giocatore privo di punti potere sarà estremamente svantaggiato pertanto il potere è una risorsa estremamente preziosa: deve essere spesa con estremo giudizio.

Ordini:
Una delle particolarità più interessanti del gioco è il fatto che non si possa spostare o far compiere a piacimento delle azioni alle proprie truppe sulla mappa. E’ infatti necessario inviare un ordine specifico per poter far compiere spostamenti o altre azioni alle nostre armate. Ogni giocatore dispone di un determinato numero di ordini che sono costituiti da piccoli cerchi dove una faccia rappresenta lo stemma della casata mentre l’atra faccia contenente il simbolo di un ordine. All’inizio del turno di gioco vi è una fase di pianificazione degli ordini dove tutti i giocatori sono obbligati ad inviare un ordine a tutte le proprie truppe presenti sulla mappa. Gli ordini vengono posizionati lasciando visibile la faccia dello stemma in modo che i giocatori avversari non possano conoscere il tipo specifico di ordine inviato. Esistono cinque diverse tipologie di ordini ognuna con degli effetti peculiari: Marcia, Difesa, Supporto, Incursione, Consolidamento. Esistono anche alcuni ordini speciali costituiti dal simbolo di uno dei cinque ordini precedenti con l’aggiunta di una stella. Gli ordini speciali forniscono bonus molto importanti tuttavia per poterli utilizzare è necessario disporre di un alto livello presso la Corte Del Re di cui parleremo più avanti. Dopo che i giocatori hanno piazzato tutti gli ordini si passa alla fase successiva nella quale gli ordini vengono risolti a turno. L’ordine del turno dei giocatori dipende dalla posizione nella Rivendicazione Di Westeros di cui discuteremo in seguito. Alla risoluzione di un ordine il suo simbolo viene rimosso dalla mappa di gioco.

Marcia:
Con l’ordine di marcia potrete muovere le vostre truppe in un territorio vicino. Se vi sono truppe nemiche in quel territorio allora verrà combattuta una battaglia per aggiudicarsi il controllo della regione. Tramite l’ordine di marcia si può anche dividere un’armata inviando le unità in territori diversi oppure muovendone solo una parte. Un giocatore può anche scegliere di non far marciare nessuna delle truppe lasciandole li dove si trovano.

Difesa:
Con l’ordine di difesa fornirete alle vostre truppe un bonus contro eventuali forze nemiche che attacchino quel territorio.

Supporto:
Con l’ordine di supporto le truppe presenti in quel territorio forniranno assistenza alle vostre armate che combattano una battaglia nei territori vicini. Nonostante il supporto fornito in battaglia, le truppe con quest’ordine non si spostano mai verso il territorio dove questa avviene ma rimangono sempre nel territorio dove erano presenti ad inizio turno. È possibile fornire supporto anche alle armate di un eventuale giocatore alleato.

Incursione:
Con l’ordine di incursione rimuoverete immediatamente un ordine avversario di supporto o consolidamento del potere nelle regioni confinanti. Gli ordini di incursione sono sempre i primi ad essere risolti e non vengono mai eseguiti altri ordini sino a quanto tutti gli ordini di incursione non sono stati risolti.

Consolidamento del Potere:
Sulla mappa di gioco alcuni territori hanno dei simboli con una corona. Queste regioni di Westeros sono storicamente importanti e ricche. Con l’ordine di consolidamento del potere guadagnerete un punto potere per ogni corona presente in quel territorio oppure nei territori confinanti sotto il vostro controllo. Potrete utilizzare un ordine di consolidamento anche in eventuali porti dove avete delle navi ancorate, in tal caso queste navi avranno il compito di proteggere i commerci che si intraprendono nel porto e faranno affluire ricchezza nei vostri forzieri. Pertanto riceverete un punto potere per ogni nave che avete nel porto. Se l’ordine di consolidamento ha una stella potrete decidere se ottenere potere oppure se reclutare truppe. Per poter reclutare truppe è necessario che l’ordine di consolidamento con una stella sia posizionato nei territori con un castello, un fortezza oppure un porto.

Schermi:
Ad ogni giocatore verrà fornito uno schermo divisorio per nascondere i propri punti potere posseduti e gli ordini non assegnati sulla mappa. In questo modo non vi è alcun modo per i giocatori avversari di conoscere gli ordini assegnati se non dopo la fase di pianificazione.

Le Tre Facce Del Potere

Possedere il maggior numero di territori rispetto all’avversario o l’armata più grande non è sufficiente per ottenere la vittoria. Nel gioco sarà altrettanto importante scalare le vette del potere ottenendo la più alta posizione possibile in tre classifiche: Rivendicazione Di Westeros, Feudi e Corte Del Re. Queste tre classifiche forniscono importanti abilità speciali e gestiscono molte meccaniche di gioco. Ogni casata ha un preciso punteggio iniziale in ognuna delle classifiche tuttavia questa posizione può variare col tempo. Se viene sorteggiata la carta Westeros “Guerra Dei Re” vengono messi all’asta le posizioni iniziali delle tre classifiche ed i giocatori possono offrire punti potere per aggiudicarsele. Si effettuano in totale tre aste una per ogni classifica. Durante un’asta i giocatori mettono nel proprio pugno chiuso i segalini potere che intendono offrire, successivamente aprono la mano nello stesso momento. Il giocatore che ha fatto l’offerta migliore passa in testa alla classifica e gli altri a seguire in base alle loro offerte.

Rivendicazione di Westeros

La posizione delle varie casate nella classifica della Rivendicazione Di Westeros equivale all’ordine dei turni nella fase di risoluzione degli ordini assegnati alle unità. La casata in testa alla classifica di Rivendicazione Di Westeros riceve il simbolo “Trono Di Spade”. Il giocatore che possiede il Trono Di Spade decide a piacimento l’esito di tutti i pareggi ad eccezioni di quelli legati al combattimento. All’inizio del gioco la casata in testa alla classifica della Rivendicazione Di Westeros è quella dei Baratheon.

Feudi:

Nel caso in cui in una battaglia venga impiegato lo stesso punteggio di forza da entrambi gli schieramenti, l’esito della battaglia viene deciso in base alla posizione nella classifica dei Feudi. La casata in testa alla classifica dei feudi riceve il simbolo Spada In Acciaio Di Valyria. Il giocatore in possesso della Spada Di Valyria una volta in un turno può decidere di impiegare la spada in un combattimento aggiungendo un punto alla forza della sua armata. All’inizio del gioco la casata in testa alla classifica dei Feudi è quella dei Greyjoy.

Corte del Re:

La posizione della propria casata nella classifica della Corte Del Re implica la possibilità di poter utilizzare o meno gli ordini speciali ed in quale numero. Il numero di ordini speciali utilizzabili in ogni livello varia a seconda del numero di giocatori. Se tutte le sei casate sono presenti nel gioco allora il primo ed il secondo giocatore nella classifica potranno utilizzare tre ordini speciali, il terzo ne potrà utilizzare due, il quarto ne potrà utilizzare uno, gli ultimi due giocatori non potranno usare gli ordini speciali. Lo svantaggio più grande del non poter utilizzare ordini speciali è quello di non essere in grado di reclutare nuove truppe. Pertanto gli ultimi due giocatori in classifica dovranno fare interamente affidamento sugli eventi casuali per il reclutamento, infatti alcune delle Carte Westeros permettono a tutti i giocatori di reclutare inclusi quelli che di norma non potrebbero utilizzare gli ordini speciali. La casata in testa alla classifica delle Corte Del Re riceve il simbolo “Corvo Messaggero”. Tramite il corvo messaggero una volta a turno il giocatore può scegliere di effettuare una delle seguenti due azioni dopo la fase di pianificazione degli ordini: Può sostituire un proprio ordine con un altro a scelta. Può osservare la prima carta dei Bruti e scegliere se rimetterla in cima al mazzo oppure in fondo ad esso. All’inizio del gioco la casata in testa alla classifica della Corte Del Re è quella dei Lannister.

A che si gioca? Il Trono di Spade #1
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: