Quale migliore primo articolo per la rubrica “Historia non facit saltus” de “I 5 samurai” Il cartone a cui tutti gli anime successivi si sono ispirati, dai Cavalieri dello Zodiaco a Sailor Moon?

L’anime, composto da 39 episodi, è stato trasmesso per la prima volta in terra italica nel 1990 da Italia 7 e i tre OAV (Incubo a New York , La Leggenda dell’Imperatore Splendente  e Message) ambientati dopo l’anime sono distribuiti da Yamato Video.

Ronin_Warriors_by_xnaut

La storia è semplice e lineare: un bel giorno in mezzo a Tokio (tanto per cambiare) appaiono gli spiriti malvagi, comandati da Arago, e per contrastarli arriveranno 5 ragazzi con 5 armature custodite da tempo immemore dalle loro famiglie in attesa di questo giorno; dopo averle indossate (VESTIZIONE!!!) combatteranno il male e riporteranno la pace sulla terra.

Ok, ammettiamolo: la trama non è eccelsa. Eppure, sarà la piacevolezza dei disegni, sarà la reverenza che si prova nel trovarsi di fronte ad un capostipite del genere, sarà una sigla troppo orecchiabile, ma il cartone è godibilissimo e le 40 puntate scorrono via senza che ce se ne accorga, anche grazie alla struttura degli episodi, in quanto ogni stagione è un grande episodio dove la trama prosegue in ogni capitolo…insomma, niente episodi inutili slegati fra loro in stile Smallville, dove la trama avanza solo nelle puntate iniziali e finali di ogni stagione!!!

In Italia i 5 samurai (Yoroiden Samurai Troopers in lingua originale) sono anche conosciuti per la fortunata serie di giocattoli (nella confezione c’era inclusa anche la fascia, la mia nonostante tutti i carnevali ce l’ho ancora!), che ancora oggi è reperibile in rete, e la fama di questi pupazzetti (struttura riutilizzata per i giocattoli dei Cavalieri dello Zodiaco) ha convinto la Bandai ad uscire l’anno scorso con una nuova edizione.

Insomma,

“i 5 samurai” è un cartone essenziale per la vostra cultura “nerdica” e non temete: guardate un paio di puntate e non potrete far altro che finire la serie!

Ultima curiosità: il terzo ed ultimo OAV, Message, è stato ampiamente criticato in quanto praticamente non presenta combattimenti ma una riflessione intima dei personaggi “Evangelion Style”!!! A me non è affatto dispiaciuto, e a voi?

Historia non facit saltus: I 5 samurai
Tag:             

2 pensieri su “Historia non facit saltus: I 5 samurai

  • 18 Gennaio 2013 alle 21:44
    Permalink

    I cavalieri dello zodiaco sono antecedenti, uscendo come manga nel 1985, mentre i 5 samurai risalgono al 1988. Bellissima serie comunque, da me apprezzata molto più della prima, che era eccessivamente prolissa e a tratti patetica.

    Rispondi
  • Pingback:Le Oscure Trame: I 5 Samurai

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: