Ah, il mondo del Crowdfunding! Da quando sono nati siti come Kickstarter, Indiegogo e simili il web pullula di gente che chiede fondi per realizzare progetti più o meno geniali: idee che, a parer loro, potrebbero rivoluzionare il mondo (o anche lasciarlo del tutto indifferente, del resto).

C’è veramente di tutto – dall’anello che mostra le notifiche dello smartphone al fumetto indipendente, dal gps per cani al cd musicale, da… oh insomma, avete capito: del resto anche Broken Sword 5 è nato grazie ai finanziamenti raccolti su uno di questi siti, a dimostrazione che, se l’idea è buona, il crowdfounding funziona.

Ma ora veniamo a noi.

Cos’è Hullabaloo?

Hullabaloo è il progetto (che appunto sta raccogliendo fondi su indiegogo) di un film di animazione promosso da nomi che hanno realizzato i più bei cartoni Disney degli ultimi anni, che ha lo scopo di dimostrare che l’arte del disegno (e dell’animazione) in 2d non è morta, schiacciata dalla computergrafica (CGI) che ha invaso l’intero mercato del’animazione. Non che nessuno abbia nulla contro la CGI, intendiamoci… ma è giusto non dimenticarsi del vecchio mondo del disegno a mano.

Hullabaloo chesire cat

Già, perchè Hullabaloo sarà (e parlo al futuro prossimo perchè la raccolta fondi, che chiude tra una settimana circa, ha già superato la somma richiesta) prevalentemente disegnato a mano. E a farlo saranno alcuni veterani della Disney di un certo peso: tra loro ci sono, tra gli altri, Bruce Smith (Tarzan, La principessa e il ranocchio, Le follie dell’imperatore), Robert Lopez (Il re leone, Pocahontas, Paperman),e Rick Farmiloe (La bella e la bestia, La sirenetta, Aladdin) – ma ce ne sono molti altri, la lista completa la trovate sulla pagina del progetto che raccoglie i finanziamenti… così, se volete, potete anceh contribuire.

Nomi di tutto rispetto insomma, per un progetto che, personalmente, aspetto con ansia! L’unico rammarico è che, essendo un prodotto indipendente, difficilmente lo vedremo in lingue diverse dall’inglese.

La trama (traduco liberamente) è la seguente

Hullabaloo è la storia di Veronica Daring, una giovane e brillante scienziata che torna a casa dopo aver frequentato una scuola d’elite solo per scoprire che il padre, l’eccentrico inventore Jonathan Daraing, è scomparso senza lasciare traccia! L’unico indizio conduce Veronica al Daring Adventures, un luna park abbandonato usato dal padre per testare le sue fantasiose macchine a vapore. Qui scoprirà una strana ragazza di nome Jules, un apprendista inventore che aiuterà Veronica a trovare suo padre ed a scoprire i segreti del suo lavoro.

Insieme, Veronica e Jules scoprono che Jonathan Daring è stato rapito da un gruppo misterioso composto da persone influenti, che vuole usare le sue invenzione per scopi malvagi. Questi personaggi sono così potenti e ricchi che Jules e Veronica non possono affrontarli apertamente. Determinata a salvare suo padre e convinta che la tecnologia debba essere usata per il bene di tutti e non per l’avarizia di pochi, Veronica assumerà l’identità segreta di “Hullabaloo“, una combattente con gli occhialetti che che usa l’astuzia (e la scienza) per combattere il male ed opporsi ai rapitori di suo padre.

Il tutto, come si poteva intuire,  in un mondo prettamente steampunk: mmm quanto mi intriga… come ho già detto, il progetto ha già raggiunto i finanziamenti necessari per essere realizzato e li ha ampiamente superati, tanto che verranno realizzati anche alcuni cortometraggi collegati – che bello!

I primi disegni mi piacciono già. Non vedo l’ora che esca… vi lascio con l’intervista a James Lopez e Alexa Summerfield Goriup (rispettivamente regista ed animatrice di Hullabaloo) pubblicata da Impero Disney senza la quale, lo ammetto, non sarei mai venuto a conoscenza di questo progetto. È lunga, ma molto bella e dice molto sul mondo dell’animazione.

 

Ciao!

 

Hullabaloo, il progetto indie dei veterani Disney
Tag:                     

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: