Eccoci al terzo episodio della saga di Spider-Man 2099! Questa sarà una recensione breve, in quanto, sostanzialmente, in questo numero non succede niente!

Come detto nella scorsa recensione, Miguel è stato scoperto da Liz Allan, la quale ha deciso di far finta di nulla…in fondo averci un dipendente venuto dal futuro può solo far bene, no? Viene così mandato a seguire la vendita degli ammazzaragni al governo di un paesino sperduto, dove viene attaccato dai ribelli e dallo Scorpione.

1
Ma quanti costumi ha cambiato?

Oh, hai un Uomo Ragno e non lo fai picchiare così, con uno cattivone, senza motivo? Allora non sei nessuno! Ovviamente a fine episodio gli ammazzaragni, fedelialloronome, si attivano ed attaccano Miguel.

La trama prosegue a singhiozzi, fra richiami alla vecchia serie (qui si cita la visione accelerata) e umorismo cinico

Screenshot 2014-09-21 18.42.17

 

ma la cosa che colpisce di più dell’albo è la copertina del bravissimo Francesco Mattina, su cui presto dovremo fare un Lunedì d’artista:

Screenshot 2014-09-21 18.40.46

SpiderMan_Reboot_Fan_Cast_Character_Scorpion
…e comunque per me l’unico vero scorpione è questo:

 

Spider-Man 2099 #3: Basta si picchino

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: